La mia storia

Il legno il mio compagno di avventure

Questo viaggio ha inizio su un camper. Un Ford Transit anni Settanta che trasformo in una casa mobile omologata su strada. Era il 1981, frequentavo il primo anno di Architettura e con Paola, che sarebbe presto diventata mia moglie, giravo l’Europa dormendo su quel tettino mansardato. Dai finestrini dell’auto vedevo una vita costellata di case progettate nel verde, di barche a vela da me rivisitate e corrette di cui conservo ancora i modellini.

La prima tappa di quel viaggio ha il nome di una celebre barca a vela: Guia che è infatti il nome della mia primogenita. Seguiranno Alice, Marco e Cecilia. Una piccola flotta familiare che mi ha accompagnato in ogni avventura.

La mia casa on the road ha messo solide radici nel parco dell’Olgiata, vicino Roma, dove vivo dal 1988. Una casa, anche quella, in continuo divenire, con le ampie vetrate sul verde e un ponticello fluttuante che unisce la nostra camera da letto col resto della casa. Lì ho cominciato a sperimentare i primi lavori di design da me progettati e realizzati. Il legno è da sempre il mio compagno di lavoro con il quale ho creato tavoli, sedie, librerie, divani, cucine, armadi, oggetti di uso domestico e anche un tipo di parquet, tagliato con le mie mani, e montato nella mia casa, molto resistente nel tempo, che ha un effetto listellare finissimo.

Con la Società Edilarch ’88 srl, di cui sono amministratore unico, ho realizzato case, effettuato progettazioni di interni, ristrutturazioni di appartamenti, di negozi, specializzandomi anche in plastici architettonici di cui ho un’ampia collezione a testimonianza dei vari lavori effettuati.

Esperienze che mi hanno portato ad acquisire competenza nel gestire cantieri in autonomia e in collaborazione, con responsabilità, affidabilità, spirito di adattamento e affiatamento con artigiani e operai.  

Dalla specializzazione in disegno architettonico per computer (con programma Archline, compatibile con Autocad e altri software), ho acquisito una buona capacità anche nella progettazione architettonica in 3D, mettendo sempre in campo anche le mie capacità manuali: dalla falegnameria alla modellistica, dagli impianti idrici a quelli elettrici, sperimentando anche l’utilizzo di nuovi materiali, soprattutto volti al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente.

Tra le mie ultime ideazioni, una libreria che raddoppia parte della sua superficie con dei ripiani mobili che vanno su e giù, azionati da un verricello simile al winch delle barche a vela. E recentemente ho brevettato e realizzato il “Money Mouse”: il colorato portamonete intelligente che separa gli spiccioli automaticamente per poterli selezionare con facilità. Vedere per credere: 

Per altre informazioni, mi trovate qui: 

 

 

Massimo Canepa

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now